Assemblee Popolari

Le assemblee popolari sono un modo strutturato per permettere ad un gruppo di persone di discutere questioni o prendere decisioni collettivamente, in modo che tutte le voci siano ascoltate e valutate allo stesso modo, e che nessuna persona o gruppo domini la discussione. Extinction Rebellion usa processi di democrazia partecipativa, come le assemblee popolari, per modellare la democrazia partecipativa all'interno del movimento, generare idee, raccogliere feedback e prendere decisioni. Le assemblee popolari hanno uno scopo, una struttura e un processo molto diversi dall'assemblea di cittadini/e, che sono al centro della nostra terza richiesta.

Copione per una Assemblea Popolare


Prima di facilitare un'assemblea popolare, assicuratevi di averne almeno partecipato ad una! Ma ricorda: non è scienza complessa! Provaci! Sarai bravissim*!

Questo copione è solo un punto di partenza. Man mano che ne farai di più, scoprirai il tuo modo personale di dire quello che c'è qui. Non pensare che questo sia l'unico modo in cui si può facilitare un'Assemblea Popolare, anche se questo metodo è basato su molti anni di esperienza in AP da persone di tutto il mondo.

Altre cose da notare:

Ci sono un sacco di altri suggerimenti e consigli e background sui PA nel Manuale dell'Assemblea Popolare, che potete trovare qui: https://extinctionrebellion.it/chi-siamo/approfondimenti/ 

Facilitatore 1: Il fuoco dei bambini

(Dare il benvenuto a tutt* e invitarl* a prendere posto)

Inizieremo questa assemblea con l'accensione di una fiamma e due minuti di silenzio. La fiamma, conosciuta anche come il Fuoco dei Bambini rappresenta tutta la vita sulla terra e le prossime sette generazioni. È un concetto antico e rilevante che ha permesso ai nostri antenati di vivere in equilibrio ed armonia col mondo naturale - del quale sapevano di essere parte ingrante. Essa serve a ricordarci che ogni decisione che prendiamo non è solo nostra, ma sarà sentita per sette generazioni a venire. Vi invito tutti a prendere due minuti di silenzio per permettervi di contemplare non solo le prossime sette generazioni di vita umana, ma tutta la vita interconnessa sulla terra in nome della quale dobbiamo agire con consapevolezza.

[Accendere la candela o le candele e iniziare 2 minuti di silenzio].

Grazie.

Le assemblee popolari hanno tre 'fasi' - Input (include l'introduzione), Deliberazione (discussione) e Integrazione (restituzione).

Nella fase di input spiegheremo il processo e la struttura dell'assemblea, ricorderemmo (introdurremo per chi è nuovo) i segni e inquadraremmo ciò che l'assemblea discuterà e cosa accadrà con quanto emmerso da questa assemblea.

[Se qui ci sono più input rispetto alla semplice presentazione dell'argomento da discutere, come ad esempio interventi, video ecc. lo spiegherete qui].

Durante la fase di Deliberazione (discussione) vi siederete in piccoli gruppi per [inserire la durata scelta della fase di deliberazione] minuti e discuterete la questione/il tema di questa assemblea.

Alla fine della fase di Deliberazione tornerete nell'assemblea plenaria e darete una restituzione di ciò che è emmerso nel vostro piccolo gruppo di discussione.

Facilitatore 2: Segni

[Qui dimostrerai i segni usati nell'assemblea per permettere alle persone di usarli durante la fase di introduzione e input dell'assemblea]

Usiamo i segni per facilitare una discussione in cui tutte le voci vengono ascoltate, nessuno domina e non si parla l'un* sull'altr^*. Passerò in rassegna quelli di cui avrete bisogno per partecipare oggi, e saranno ripetuti più avanti nel processo, quindi non preoccupatevi se non riuscite a ricordarli!

FAI UNA DIMOSTRAZIONE

Introdurre il concetto di Assemblea

FACILITATORE 1: Cos'è un'assemblea popolare?

Un modo per un gruppo di persone di discutere questioni o prendere decisioni collettivamente, dove tutte le voci sono ascoltate e valutate allo stesso modo e nessuna persona o gruppo è in grado di dominare il processo.

Le assemblee popolari sono "auto selezionate", il che significa che chiunque può scegliere di partecipare. Non confondere con le Assemblee dei cittadinu che sono selezionate a caso dalla popolazione attraverso un processo di estrazione, per assicurarsi che sia rappresentativa in termini di caratteristiche chiave come sesso, età, etnia, livello di istruzione e geografia. I membri dell'Assemblea dei cittadinu imparano il pensiero critico prima di ascoltare informazioni equilibrate da esperti e portatori di interesse. Passerebbero poi del tempo a deliberare in piccoli gruppi facilitati, simili ai gruppi di discussione che useremo in questa Assemblea Popolare.

Un po' di storia e di contesto

Le assemblee popolari di democrazia partecipativa hanno una lunga storia rivoluzionaria che ha avuto origine nel Sud globale. Infatti le assemblee popolari sono state al centro di diverse rivoluzioni in America Latina, così come di diversi movimenti rivoluzionari in Africa. Nel 2011, nel corso di quella che è conosciuta come la primavera araba, le assemblee di democrazia partecipativa hanno scatenato movimenti rivoluzionari in tutto il Nord Africa, dalla Tunisia all'Egitto, notoriamente in piazza Tahrir dove il dittatore Mubarak è stato deposto. Ancora oggi le assemblee popolari di democrazia partecipativa sono utilizzate nei movimenti rivoluzionari in Africa tra cui l'Y en a marre in Senegal che nel 2014 ha abbattuto un dittatore

attraverso la democrazia partecipativa e l'hip hop. Nel 2011 il movimento della Primavera Araba che si è concluso in piazza Tahrir, si è diffuso a piazza Syntagma in Grecia con il movimento contro l'austerità e poi famoso al movimento Indignados o 15m in Spagna. Al suo apice il movimento dei 15M aveva 80 assemblee che si tenevano solo a Madrid ogni settimana. Poco dopo il movimento 15m il movimento Occupy è iniziato nel parco Zuccotti a New York. Anche in questo caso le assemblee popolari di DP erano il cuore del movimento. Al suo apice il movimento globale Occupy aveva 2000 accampamenti in tutto il mondo in un solo fine settimana. Non è una sorpresa che anche XR abbia al suo cuore le assemblee popolari di DP.

DICHIARAZIONE DI INCLUSIVITÀ:

Prima di iniziare l'Assemblea Popolare, ci piacerebbe leggere questa dichiarazione di inclusività:

"Apprezziamo tutte le voci allo stesso modo nell'assemblea, poiché lo scopo è quello di ascoltare la saggezza del gruppo riunito qui e non avere l'assemblea dominata da voci individuali o gruppi. Riconosciamo che le persone sicure di sé non hanno sempre ragione e che coloro che non lo sono spesso hanno le idee o le opinioni più utili da portare alla discussione.
 Questo è il motivo per cui diamo lo stesso valore a tutte le voci e vi chiediamo di fare lo stesso. Non tolleriamo alcun richiamo, abuso o biasimo e se dovessero sorgere conflitti in questo modo, c'è un sistema di trasformazione rigenerativa dei conflitti in cui potrete portarlo. Accogliamo tutte le persone ma non tutti i comportamenti". Vogliamo sentire le vostre voci, anche se ti piace o non ti piace quello che XR sta facendo, qualunque sia la vostra età, qualcunque sia il vostro background e qualunque cosa facciate nella vita.

L'intero processo durerà circa un'ora e mezza*, e ci piacerebbe se potessimo rimanere tutt* per l’intera durata, ma sentitevi liber* di andare o tornare a seconda dei vostri bisogni.

[*Se c’è tempo, è buono fare una TESTIMONIANZA a questo punto. Aggiungerà circa 15-30 minuti alla alla durata complessiva della assemblea, ma fa parlare le persone sul perché sono alla Assemblea prima di iniziare...]

TESTIMONIANZA (se c'è tempo)

Prima di entrare nella sezione dell'Assemblea popolare in cui sarete tutti in grado di parlare di una questione specifica in modo facilitato, vorremmo prima dare a chiunque lo desideri l'opportunità di parlare di ciò che l* ha portati qui oggi.

DOMANDA: Cosa vi ha portato qui oggi?

Offrite il microfono a chiunque voglia parlare. Chiedete a una donna di parlare al microfono per prima (per essere sicuri di non avere una successione di uomini, uomini e ancora uomini)

Lasciate tutta l'aria morta necessaria affinché le persone trovino il coraggio di venire a parlare!

Il FACILITATORE 2 dovrebbe sedersi sul pavimento abbastanza vicino a chi prende la parola, cronometrando e facendo il segnale di 'conclusione' quando necessario. Se sei troppo lontano, un oratore nervoso non ti vedrà!

Dopo 15-30 minuti, prosegue con la assemblea...

FACILITATORE 2: I tre pilastri

Un'assemblea popolare è diversa da una normale conversazione o discussione perché si basa su un dialogo la cui storia è radicata nei modi indigeni di condividere e prendere decisioni. Differisce dal dibattito in cui una persona ha "ragione" e l'altra ha "torto" e dalla tipica discussione o conversazione in cui le persone hanno la tendenza a dominare con domande e interiezioni. L'assemblea permette ad ogni partecipante di essere tenuto con rispetto e piena attenzione - e nessun giudizio - mentre si condivide la propria esperienza dal cuore e e a ciasquno un turno di parola.

Va bene anche non condividere attivamente, assistere alla condivisione dei sentimenti e delle esperienze altrui è altrettanto importante quanto l'espressione delle proprie.

In un'assemblea, l'attenzione è sui sentimenti e le esperienze personali - al di là di pensieri e opinioni. È una condivisione che avviene il più possibile a livello del cuore. Ogni oratore è incoraggiato a dire 'io' - piuttosto che 'noi' o 'loro' mentre condivide con gli altri.

Tutto ciò può essere incapsulato nei tre pilastri, che sono:

TRE PILLASTRI:

Inclusività radicale: Nessuna voce domina / tutti sono ascoltati / tutti sono valutati allo stesso modo. Nessuna paura di giudizio o ridicolo. Per coloro che spesso parlano in situazioni come questa, pensate a WAIT...Why Am I Talking. (APSP -> aspetta, perche sto parlando?) - cercate di dire solo ciò che è necessario.

[Inclusività radicale significa anche essere consapevoli delle potenziali barriere al coinvolgimento e lavorare con le persone afflite per facilitare la partecipazione. Pensate all'accesso per i disabili, al linguaggio dei segni, all’interpretazione per coloro per i quali l'inglese non è la loro prima lingua e altri possibili mezzi con cui queste barriere possono essere rimosse. Chiedete all'inizio di un'assemblea se ci sono delle barriere al

alla partecipazione che le persone hanno bisogno di identificare e poi chiedete che il gruppo lavori insieme per trovare modi per rimuoverle].

Ascolto attivo: è facile iniziare a tracciare nella propria mente quale potrebbe essere la propria risposta mentre qualcuno sta ancora parlando. L'ascolto attivo consiste nel concentrarsi sull'ascoltare qualcuno fino in fondo prima di sviluppare le vostre risposte. Le assemblee non sono un'arena per le gare intellettuali ma un luogo che riconosce che nessuna persona o gruppo possiede tutte le risposte e che attraverso la saggezza dell’insieme otteniamo una potente intelligenza sulle questioni centrali che vengono discusse.

Fiducia: Abbiamo bisogno di fidarci del processo/facilitatarru/altru partecipanti. Questo non è un sistema perfetto! è efficace solo se tutti noi abbiamo fiducia nelle intenzioni delle persone nella stanza - se lavoriamo con umiltà e accettiamo che le nostre idee potrebbero non essere le migliori - e lavoriamo verso la decisione migliore per tutt*

 

Fase di Input

FACILITATORE 1: Qual è lo scopo di questa assemblea popolare?

INQUADRATURA

[Inquadra qui la tua assemblea - Perché è stata convocata? Quali sono gli obiettivi di questa assemblea? Dove andranno i risultati di questa assemblea e quale legittimità hanno?

- È un'assemblea decisionale? C'è una risposta sì o no che deve essere generare?

- Si tratta di generare idee o feedback? Dove andranno questi feedback e sono idee che saranno messe in pratica o alimenteranno una discussione più ampia?]

DOMANDA(E)

[Indicate qui chiaramente la vostra domanda o l'argomento di discussione e, se possibile, scrivetela con l'esatta formulazione che userete, in un posto che rimarrà visibile a tutti i partecipanti durante l'assemblea.

- Chiedete sempre dei chiarimenti a questo punto, e siate aperti a lavorare per riformularla. Potete chiedere un "temperature check" per assicurarvi che l'assemblea sia d'accordo con la formulazione proposta.

Una buona domanda è formulata in un linguaggio accessibile, non troppo lunga, ed è abbastanza ampia da permettere una discussione libera ma non così ampia da rendere difficile una conversazione strutturata intorno ad essa. Allo stesso modo una domanda molto specifica non genererà una risposta molto varia -

Esempio: vorresti generare idee per azioni in un'assemblea di un gruppo locale XR

- Dovremmo fare un'azione presso gli edifici del Consiglio? - Molto ristretto, richiede davvero un sì o un no, è improbabile che generi molte grandi idee.

- Generare idee intorno agli obiettivi locali e alle azioni che possiamo intraprendere a livello locale" - Più ampio, ancora focalizzato su obiettivi locali, dà spazio alla creatività.

- Cosa possiamo fare per sostenere la Ribellione? - Troppo ampio, potrebbe comprendere ogni sorta di approcci diversi e potrebbe portare la conversazione a saltare da un argomento all'altro]..

Fase di deliberazione

FACILITATORE 2: Come funziona un'Assemblea Popolare?

Usiamo i piccoli gruppi!

Discuterete le domande in un gruppo (8-10), poi darete una restituzione all'intera assemblea.

C'è bisogno di un facilitatore e di uno scriba

USARE I SEGNI [ricapitolare i segni qui].

10 minuti prima della fine, viene richiesto di esaminare gli appunti.

Chi prende appunti identifica i punti che hanno ottenuto il maggior sostegno o accettazione

Come vuoi che avvenga la restituzione? Assemblee più grandi = meno punti riportati a voce.

Chi prende il verbale per l'assemblea prende nota dei punti più popolari o chiede semplicemente a chi prende appunti di dare punti scritti al Facilitatatu]

Struttura comune

- Vogliamo 3 punti consegnati per scritto

- 10 parole restituite verbalmente da chi prende il verbale della assemblea".

- Chiedere se ci sono chiarimenti sul processo

- RIPETERE LE DOMANDE

- VIA!!!!

[25 minuti di discussione]

- Dopo 25 minuti, avvertite i gruppi che devono arrotondare: hanno 10 minuti per...

[10 minuti per arrotondare]

Fase di output/Integrazione

FACILITATORE 1: Fine

FEEDBACK (15 minuti)

Chi prende appunti fa la restituzione e consegna la restituzione scritta. [o qualsiasi forma abbiate deciso che il feedback avrà].

Ricordatevi di prendere i nomi delle persone che danno il feedback, e mostrate apprezzamento.

Ringrazia tutt* per aver partecipato

Spiega cosa succederà coi risultati dell'assemblea. Indirizza a chiunque voglia maggiori informazioni sulle assemblee popolari XR su rebellion.earth/assemblee

[a questo punto puoi offrire spazio per gli 'annunci/appelli' - sono un invito per coloro riuniti a chiamare brevi notifiche come azioni o eventi imminenti. Questi dovrebbero essere brevi e concordati con i facilitataru in anticipo, se possibile. Questo non dovrebbe richiedere più di 10 minuti].

Chiudere l'assemblea e idealmente far sapere a tutti quando sarà la prossima assemblea, se appropriato.

APPENDICE

Potresti trovare utili alcuni dei seguenti argomenti:

  1. Qual è lo scopo di un'assemblea popolare?
  2. Qual è la domanda chiave che viene posta?
  3. Come affrontare le interazioni difficili

Vai all'appendice generale delle Assemblee Popolari

_____________________________________________________________________________________________________
Questa è una traduzione del documento
https://extinctionrebellion.uk/wp-content/uploads/2020/08/General-Script-for-Running-a-Peoples-Assembly.pdf
Per suggerimenti e correzioni contattate xr.italia.community@protonmail.com
______________________________________________________________________________________________________